Una domenica con Natural HorseManShip

Domenica 23 settembre c'è stata la prima giornata di Natural HorseManShip, il nuovo lavoro se se stessi che propongo attraverso Healing Storm: coprotagonisti ...i cavalli.
I partecipanti hanno fatto enormi passi avanti, oltre ad essersi divertiti assai.
Qui il testo di uno di loro che descrive come ha vissuto la giornata.

Senza cera:
la comunicazione non verbale con i cavalli in Natural HorseManShip.

Partiamo dalla fine.

Partiamo da quando, a fine giornata, ho messo il piede sulla staffa della sella di Laki. Ho afferrato la sua criniera e, non prima di averlo accarezzato e ringraziato per l’ospitalità, sono salito a cavalcioni sul suo dorso.
Nel tempo di un salto si è aperto un mondo nuovo, sospeso fra terra e cielo. Ci credete che basti così poco, come nelle favole o nei racconti di fantascienza?
Avevo appena finito di cavalcare Yoyo, il più vecchio dei tre cavalli con i quali abbiamo condiviso la nostra domenica. Lui non ha mancato di mettermi di fronte alla mia inesperienza sulla sella.
Ci sta, non si può avere tutto subito. Mi ha concesso qualche passo e qualche curva. Non molto di più.
In quel momento la preoccupazione di manovrare con coordinazione la cavezza superava probabilmente il piacere di poter viaggiare insieme a lui.
Yoyo, da grande esperto dell’animo umano, se ne è accorto.
Natural Horsemanship fabiana gariglio healing stormDa un certo momento in poi non si è più mosso di un millimetro. Come a dire “Scusami, ho una certa età, se fai divertire anche me forse lo sforzo di farci un giretto te lo accordo, altrimenti stiamocene buoni e fermi. Stai pure, lì sulla mia schiena, tranquillo. Non ho fretta. Ci risentiamo quando avrai capito dove vuoi andare”.Ecco, sono sicuro che Yoyo, in una sua qualche lingua equina, pensava a questo mentre mi ostinavo a trovare il perfetto movimento della cavezza, a farla scivolare sulle dita con disinvoltura, a tenerla simmetrica.
Invano.
Con Laki è stato diverso. È stato molto generoso e ha deciso di offrirmela una possibilità per lasciare la corda e volare con lui. Col solo spostamento di peso e la diversa pressione delle gambe sui suoi fianchi capiva perfettamente dove avevo intenzione di andare e mi seguiva.

"Mi ha ascoltato, come non sempre mi capita nella vita di tutti i giorni fra i miei simili.
Meglio ancora, mi ha sentito.
Meglio ancora: forse, a questo giro, anche io mi sono fatto ascoltare."

natural horsemanship fabiana gariglio healing storm

Quanto siamo chiari con gli altri rispetto a ciò che proviamo, che desideriamo, che pensiamo?
Quanto ci facciamo ascoltare oltre che pretendere che ci ascoltino? Quanto siamo consapevoli di ciò che comunque manifestiamo oltre alle parole?

I cavalli delle parole se ne fregano.

Al mattino, all'inizio della nostra giornata di Natural HorseManShip, lo abbiamo imparato giocando con loro da terra.

Se la richiesta di avvicinarsi, di allontanarsi, di camminare o di fermarsi arrivava a loro chiaramente attraverso il nostro corpo e la nostra postura, ebbene quella richiesta veniva da loro esaudita. Altrimenti no.

Se vuoi una cosa insomma, fammela capire. Davvero.

Ciò che veramente desideri è nitido, al centro di te.
Due centimetri sotto l’ombelico.

Lì dove, guidati da Fabiana, abbiamo respirato all’inizio della nostra domenica e dove dovremmo tornare ogni volta che non ci concediamo di sentirci e farci sentire.

Tutte le volte che ci accontentiamo di fare e non abbiamo il coraggio di essere.

Essere semplicemente.

Torniamo indietro a sabato sera, quando ancora tutto questo doveva accadere.
Natural Horsemanship fabiana gariglio healing storm

Mia sorella mi racconta entusiasta di essersi imbattuta, leggendo un libro, nella possibile spiegazione dell’origine della parola “sincero”.
“Deriva da sine cera: all’epoca dei romani le statue mal ridotte venivano sanate con la cera, per dar loro una parvenza di perfezione, almeno da lontano. Le statue di maggior pregio invece non ne avevano bisogno. Erano belle senza cera”.

Le vie per la sincerità - con se stessi, con gli altri - non sono poi così lontane.
A volte distano solo qualche decina di centimetri da terra.
Che sia sul dorso di un cavallo, sul palco di un teatro o in altri speciali luoghi, ognuno può trovare la sua occasione per vivere “senza cera”.

Testo di  Gabriele Guglielmi
foto dell'evento di Eleonora Corbani
grafica Cinzia Vigna
natural horsemanship healing storm fabiana gariglio gruppo domenica 23 sett 2018

La tua Natural HorseManShip Experience?

Vai sulla pagina facebook di Healing Storm per sapere quando sarà il prossimo appuntamento con Natural HorseManShip
oppure ...
leggi come Fabiana Gariglio descrive il percorso per ritrovare se stessi attraverso la relazione con i cavalli qui
oppure ...
Ti interessa partecipare?
Contattami e prenota la tua esperienza !

Una risposta a “Una domenica con Natural HorseManShip”

  1. Giornata meravigliosa! I cavalli ti leggono dentro, con loro non puoi fingere. Grazie a tutti e a presto 🙏💓

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *